Trasferirsi a Lisbona in pensione: l’intervista a Graziella

Un trasferimento all’estero comporta un cambio di vita radicale. Un nuovo Paese, nuovo ambiente, nuove abitudini. Una scelta del genere è quella giusta per molte persone, ma occorre arrivarci per gradi e con la giusta motivazione e preparazione.

Per raccontare questo percorso abbiamo intervistato Graziella, una nostra cliente che abbiamo conosciuto qualche anno fa, quando arrivò ad Altavilla Vicentina, nella nostra sede, per la sua prima consulenza personalizzata.

La nostra cliente Graziella sulla spiaggia di Cascais, appena fuori Lisbona
La nostra cliente Graziella sulla spiaggia di Cascais, appena fuori Lisbona

Come molti altri pensionati, Graziella ha sentito i vantaggi del trasferimento all’estero per i pensionati attraverso i nostri video, i nostri articoli e le nostre interviste in TV.

Sui giornali e sulla TV però a volte le informazioni vengono distorte o sono imprecise, perciò serve una consulenza di persona per inquadrare la situazione, capire quale meta è la più adatta per il trasferimento, e soprattutto mettere in chiaro la motivazione che spinge a cambiare vita e trasferirsi all’estero.

Ciascuno ha le sue motivazioni: abbiamo chiesto a Graziella cosa l’ha spinta e cosa ha trovato con il suo trasferimento a Lisbona, in Portogallo!

Ciao Graziella, grazie per la tua disponibilità per questa intervista. Quando e perchè ti è venuta voglia di partire per l’estero?

Dieci anni fa ho fatto un tour del Portogallo, da turista, e mi sono innamorata di Lisbona. La sua luce, il suo clima mite, la sua storia…
Nel 2015 sono andata in pensione, e ho sentito che c’è la possibilità di defiscalizzare la mia pensione: per dieci anni non pago tasse, ricevo al mia pensione al lordo e non al netto.
Purtroppo nel 2013 è venuto a mancare mio marito, così ho deciso di trasferirmi con mio figlio.

Graziella e il ponte 25 aprile di Lisbona, “gemello” del Golden Gate Bridge di San Francisco!

Quanto tempo è passato tra il momento in cui hai pensato per la prima volta di trasferirti, e il trasferimento vero e proprio?

Ci sono voluti quasi tre anni per pianificare bene tutto, non è facile! Durante questo tempo ho guardato vari filmati su YouTube, ho visto alcuni servizi in TV e ho deciso di farmi consigliare da dei professionisti per avere un aiuto.

Avevi pensato ad altri Paesi oltre al Portogallo?

Durante la consulenza ho sentito che ci sono altri Paesi che permettono la defiscalizzazione della pensione, in particolare Cipro è molto conveniente. Però ho continuato a considerare solo Lisbona, perchè c’ero già stata e davvero me ne sono innamorata.

Carcavelos, una delle nuemrose spiagge facilmente raggiungibili da Lisbona

Come si vive a Lisbona da pensionati?

Si vive bene, i portoghesi sono molto cordiali e simpatici, sempre di buon umore. Per le strade forse corrono un po’ troppo ma non vedo tanti incidenti. È un Paese tranquillo, e costa meno viverci rispetto a quello a cui ero abituata in Italia.

Visita alla nave-scuola Amerigo Vespucci, in sosta a Lisbona

Quanto tempo ci hai messo a trovare casa? Sei soddisfatta? Ce la descrivi?

La ricerca è stata facile e abbastanza veloce, grazie ai collaboratori di Nuova Vita che ho conosciuto a Lisbona già durante il viaggio di prova e che mi hanno guidata in tutta la parte di ricerca e burocratica. Abito in un appartamento molto carino, con una bella sala spaziosa, una bella cucina, una camera ed un bagno. È al primo piano, il quartiere è carino e sono comoda a tutti i mezzi di trasporto. In dieci minuti con la barca sono in centro a Lisbona e con l’autobus in venti minuti sono a costa de Caparica, sull’oceano. Poi ho il tram che mi porta in centro a Almada.

Cosa ti manca dell’Italia? Hai nostalgia?

Mi manca un po’ la mia famiglia, e anche l’Italia, ma comunque in tre ore di volo sono a casa e posso tornare spesso.

Hai stretto nuove amicizie? Hai imparato la lingua?

Sì, sto seguendo un corso di portoghese, è un po’ difficile ma sto imparando. Ho fatto amicizia con altri italiani trasferiti a Costa de Caparica.  

La vista su Lisbona dal belvedere di São Pedro de Alcântara

Consiglieresti Nuova Vita per i pensionati che stanno pensando di trasferirsi all’estero?

Sì, per la professionalità, la serietà, la disponibilità sia di Carlo, Luca e Giulia che ho conosciuto a Vicenza, sia dei collaboratori che mi hanno accolta e aiutata a Lisbona.

Un consiglio che vorresti dare a chi leggerà la tua intervista?

Buttatevi e provate un viaggio di prova…. i dubbi si risolveranno!

Grazie Graziella per la tua disponibilità a condividere la tua esperienza! Buon proseguimento in Portogallo!

Sei in pensione e stai pensando di trasferirti all’estero?
Contattaci per e-mail a info@nuova-vita.com o chiamaci allo 0444 028993. Fisseremo una consulenza personalizzata per te e organizzeremo insieme un viaggio di prova in Portogallo, a Lanzarote, a Cipro o in Tunisia su misura per te!

Condividi