Sidi Bou Said

MARIA E ROBERTO: L’ESPERIENZA DEL VIAGGIO PROVA IN TUNISIA E LA DECISIONE DEFINITIVA

Maria e Roberto sono una coppia della provincia di Lecce, che ha scelto la Tunisia come meta per il loro prossimo trasferimento.

Il loro primo passo, come per la maggior parte dei nostri clienti, è stato quello di partire per un viaggio prova preliminare, con lo scopo di cercare casa e di conoscere le località attraverso la guida di Manuela, nostra fidata collaboratrice per Hammamet.

Grazie all’esperienza dello staff di Nuova Vita, avevamo capito sin dalla prima telefonata che i nostri clienti erano davvero determinati a trasferirsi:

come si capisce semplicemente da una telefonata? Non dalle parole, ma dal tono di voce dal quale traspare l’entusiasmo di partire e la voglia di cambiare!

 

De Falco foto di loro
Ecco a voi l’intervista ai nostri clienti: 
Buongiorno Maria e Roberto, bentornati dal vostro viaggio provo in Tunisia! 

Raccontateci un po’di voi, di dove siete, di che cosa vi occupavate prima di andare in pensione?

“Intanto grazie. Io, Maria, sono di Roma, ho 50 anni e sono un’educatrice professionale, ora casalinga. Mio marito, torinese, era un impiegato statale”. 

Quando e perchè vi è venuta la voglia di lasciare l’Italia?

“La voglia di lasciare l’Italia ci è venuta lo scorso anno, a seguito di eventi familiari difficili. Abbiamo deciso di dare una svolta alla nostra vita e abbiamo iniziato a cercare un luogo che potesse rispondere alle nostre esigenze. Certo abbiamo pensato anche al fatto di avere delle agevolazioni fiscali per quanto riguarda la pensione”.

Perchè avete scelto proprio la Tunisia come meta per il vostro futuro trasferimento?

“Essendo mio marito EX-INPDAP, abbiamo scoperto che l’unico posto fattibile è la Tunisia”

Come avete conosciuto l’Agenzia Nuova Vita? Perchè avete deciso di rivolgervi proprio a noi?

“Facendo ricerche in internet e leggendo le varie testimonianze di chi si è già trasferito all’estero, mi sono imbattuta in un’intervista ad una coppia trasferitasi in Algarve (in realtà prima meta da me scelta). Questi signori parlavano appunto della loro esperienza positiva con la vostra agenzia e, dopo averne parlato con mio marito, abbiamo deciso di affidarci a voi, sicuri di investire al meglio il nostro denaro”. 

Quanto è durato il vostro viaggio di prova? Siete riusciti a trovare casa?

“Il nostro viaggio di prova è durato una settimana e, in questo poco tempo, abbiamo trovato la casa che cercavamo! Grazie alla deliziosa e professionale Manuela“. 
Tunisia1
La casa che avete affittato risponde alle vostre aspettative? Potete descriverla ai nostri lettori?

“Manuela, dopo aver sentito le nostre esigenze, ci ha proposto tre tipologie di casa e rispondevano tutte alle nostre richieste. La nostra scelta è caduta su una villa, facente parte di un complesso trifamiliare di cui ci siamo innamorati subito. Ha un giardino curato, da vivere pienamente in estate; un grande ingresso con cucina all’Americana (proprio come ho sempre desiderato), un bagno grande e due camere da letto. Ammobiliata con gusto e nella quale non vedo l’ora di andare a vivere. 

Cosa non da poco, avremo una coppia simpaticissima di italiani come vicini”. 

Che cosa ci potete dire della nostra collaboratrice Manuela?

“Cosa dire di Manuela? E’ una persona preparatissima, attenta alle richieste di chi si rivolge a lei, disponibilissima, molto chiara (non vende lucciole per lanterne e questo è apprezzabilissimo)Una persona competente e deliziosa, secondo noi consigliatissima”!

Che cosa vi ha colpito di questa terra straniera, e successivamente che cosa avete apprezzato di più?

“Sinceramente, appena arrivati siamo rimasti un po’interdetti: in fin dei conti è un altro mondo, con altre tradizioni e una cultura diversa dalla nostra. Però io e mio marito, grazie a Dio, abbiamo viaggiato e conosciuto altre realtà simili, per cui superato l’empasse iniziale ci siamo avviati alla scoperta di Hammamet e non solo. Ci siamo resi conto che abbiamo molti preconcetti, ma che siamo anche molto flessibili a riguardo. I tunisini ci rispettano perchè siamo italiani e noi rispettiamo loro perchè ci ospitano e se questo si percepisce problemi non ce ne sono. 

Siamo andati in giro da soli tranquillamente, abbiamo esplorato e ci hanno trattato tutti molto gentilmente. Certo bisogna far capire che non siamo bancomat che camminano ma non sono insistenti. Insomma, ci siamo trovati bene”. 
Hammamet
Consigliereste un viaggio prova preliminare ad altri italiani che vorrebbero seguire le vostre orme? 

“Si, certamente lo consiglieremmo. Consigliamo anche di lasciare i pregiudizi a casa, di non aspettarsi la Svizzera e di vivere il tutto come un’avventura e un momento di arricchimento, non solo materiale, ma soprattutto a livello umano. Per chi poi vuole vivere bene con la propria pensione, deve sapere che la vita qui costa da una metà ad un terzo in meno che in Italia. Ovviamente ciò dipende dallo stile di vita che si vuole intraprendere”. 

Mancano circa 4 mesi alla vostra partenza per il trasferimento definitivo: emotivamente come vi state preparando?

“Stiamo vivendo il tutto con molto entusiasmo, organizzando tutto quanto per la partenza e sistemando anche le pratiche burocratiche che un simile passo prevede. Vi dirò: ci sentiamo due giovincelli alla loro prima avventura. Siamo fiduciosi che tutto andrà bene, poi sarà quel che Dio vorrà”. 

Cosa pensate che vi mancherà dell’Italia?

“Dello’Italia ci mancheranno gli affetti e le persone care, il bello è che questo sarà solo per sei mesi all’anno”! 

Cari Maria e Roberto, naturalmente non possiamo che ringraziarvi ed augurarvi il meglio per il vostro trasferimento in Tunisia ma… non dimenticatevi di noi! Vogliamo sapere come andrà la vostra storia , appuntamento a Marzo 2018, alla prossima puntata !

Lo staff di Nuova Vita  

Condividi