Valentino-ecco-la-mia-nuova-vita-da-pensionato-a-Lisbona

Valentino: ecco la mia nuova vita da pensionato a Lisbona

Vivere da pensionato in Portogallo, a Lisbona ultimamente è il sogno di molti italiani. Noi di Nuova-Vita possiamo supportarvi in tutto con i nostri servizi e, soprattutto, con i nostri “Viaggi di Prova”, ma crediamo che una delle cose più importanti sia quella di poter avere la testimonianza reale di chi questa scelta l’ha già fatta.

Diamo, quindi, la parola a Valentino che, gentilmente, si è offerto di rispondere alle nostre domande.
Chiaramente ogni situazione è a sé e va analizzata caso, per caso, ma crediamo che le sue risposte possano essere di aiuto a molte persone che in questo momento stanno valutando se trascorrere, o meno, gli anni della propria pensione in Portogallo.

 

1) Ciao Valentino! Quando e per quali motivo hai deciso di trasferirti a Lisbona?

A dire il vero, per diversi anni ho coltivato il progetto di trascorrere gli anni della mia pensione in un luogo con un clima decisamente diverso da quello della Pianura Padana, in un Paese con un tasso di criminalità basso o inesistente e in un contesto social migliore di quello italiano.

 

2) Prima di scegliere la meta definitiva, hai valutato altri Paesi? Cioè, come hai capito che Lisbona era il posto giusto per te?

Prima di arrivare in Portogallo avevo preso in considerazione anche Rodi e Creta, la Grecia, dunque, ma alla fine ho deciso di scegliere Lisbona come meta per la mia pensione per il clima, la lingua e l’affinità delle radici e oggi, dopo un anno che mi trovo qui, posso solo affermare che mi trovo davvero bene!

 

3) Qual è stata la tua prima impressione una volta giunto sul posto?

Il Portogallo lo conoscevo già da tempo, avendo trascorso precedentemente dei bei periodi di vacanza, quindi non ho usufruito del vostro Viaggio di Prova. Ma a chi non conosce il posto di suo interesse consiglio vivamente di andare a toccare con mano prima di prendere qualsiasi decisione.

Valentino-ecco-la-mia-nuova-vita-da-pensionato-a-Lisbona

4) Secondo la tua esperienza, quanto importante è affidarsi a qualcuno che conosca le normative sul posto?

A mio avviso è indispensabile avere il supporto di persone competenti perché le ottemperanze sono davvero molte e, quindi, sconsiglio vivamente il “fai da te”.

 

5) Ti sei affidato a qualcuno per le questioni burocratiche riguardanti il trasferimento della pensione e per la ricerca di un’abitazione?

Come vi dicevo, io conoscevo già il posto, ma per le necessità di ordine pratico e burocratico mi sono avvalso del supporto dei vostri collaboratori qui a Lisbona, che mi hanno seguito fino al raggiungimento dello status di RNH, cioè di Residente Não Habitual. Anche per la ricerca della nuova abitazione l’aiuto di Nuova-Vita è stato molto importante, sia dal punto di vista “pratico”, quindi ricerca, visite, contratto, ecc., sia dal punto di vista della consulenza: i vostri collaboratori sul posto hanno saputo consigliarmi la zona giusta per quelli che erano i miei gusti e le mie necessità.

 

6) Quindi, in quale zona di Lisbona hai trovato casa e perché l’hai scelta?

L’ho trovata nel quartiere dell’Almada, che si trova dall’altra parte del fiume Tago rispetto a Lisbona. È una zona con un ottimo rapporto qualità-prezzo (qui i prezzi sono più accessibili) e con 5 minuti di traghetto attraverso il fiume e sono già in centro a Lisbona, comodo a tutto!

Valentino-ecco-la-mia-nuova-vita-da-pensionato-a-Lisbona

7) E quanto spendi di affitto in questa zona? E di riscaldamento nei mesi più freddi?

Attualmente spendo 450,00 € di affitto, mentre per quanto riguarda il riscaldamento, diciamo che qui il clima è molto diverso da Padova! Non posso dire che sia uguale a quello delle Canarie, qui nei mesi di gennaio e febbraio, alla sera, serve dare una stemperata all’ambiente, ma non certo come in Veneto.

 

8) Ci puoi fare degli esempi su costo della vita rispetto a Padova?

Il costo della vita si può conteggiare in un 20% in meno tranquillamente rispetto a quello della città dove abitavo prima, cioè Padova, appunto. Chiaramente non mi riferisco al centro di Lisbona, dove i prezzi sono come quelli dell’Italia… ma sapendo muoversi i costi sono decisamente interessanti e, soprattutto, si vive con un’altra serenità, non sono solo i 4 euro risparmiati, è un insieme di cose che ti danno la qualità della vita.

Valentino-ecco-la-mia-nuova-vita-da-pensionato-a-Lisbona

9) Ora che vivi da pensionato a Lisbona, come si svolge la tua “giornata tipo”?

In realtà una giornata tipo non si può descrivere… un pensionato confeziona la sua giornata tenendo conto delle sue necessità quotidiane, dei propri hobby, del tempo – che la fa sempre da padrone – e delle relazioni che riesce a crearsi nel Paese che lo accoglie.

 

10) A proposito di relazioni, come descriverebbe il popolo portoghese? E ci sono altri nostri connazionali?

I portoghesi sono persone splendide: cordiali, gentili, onesti e soprattutto educati!
I nostri connazionali non mancano di certo e sono sparsi un po’ su tutto il territorio portoghese con dei picchi di presenza nella zona dell’Algarve.

 

11) C’è qualcosa che rimpiangi dell’Italia?

Sarei un bugiardo se dicessi che non rimpiango nulla dell’Italia: i figli, le sorelle, i cognati, gli amici… ma riesco comunque a mantenere i contatti grazie alle nuove tecnologie e a qualche visita che ricevo di tanto in tanto da qualcuno che desidera conoscere questo splendido Paese. E poi, i voli low-cost aiutano molto!

 

12) Grazie Valentino, ci hai offerto un quadro molto chiaro. Per finire, che ne dici di dare un consiglio ai nostri lettori?

Ai lettori del blog posso solo consigliare di fare una profonda riflessione prima di fare il grande passo e decidere di trascorrere gli anni della propria pensione in altro Paese. Se avete trascorso la vostra vita “sotto l’ombra del campanile” forse è meglio se non lasciate il vostro paese.

A tutti coloro, invece, che si propongono di fare questa scelta per motivi di carattere fiscale legati alla pensione dico che “la messa non vale la candela”: ci devono essere anche altre motivazioni alla base, non dev’essere solo il vantaggio economico quello che vi spinge al cambiamento.

 

Valentino ci ha riportato la sua esperienza e se anche tu stai pensando di goderti gli anni della meritata pensione in Portogallo, alle Canarie, in Tunisia o in Bulgaria, sui nostri siti www.nuova-vita.com e blog.nuova-vita.com troverai tantissime informazioni e testimonianze utili.

Oppure mandaci una mail a info@nuova-vita.com.

Condividi